In News, Press Releases

L’offerta complementare, l’unione delle competenze tecnologiche avanzate e l’investimento comune in ricerca e sviluppo aiuteranno il Gruppo Kirey nel suo processo di crescita

Kirey Group, realtà innovativa che accompagna le aziende nel loro percorso di digitalizzazione, continua ad ampliare la propria offerta e la presenza sul territorio entrando nel capitale di Bridge Consulting, azienda italiana, fondata nel 1998 con sede a Firenze con oltre 120 dipendenti.

Bridge Consulting è leader nella fornitura di servizi IT specializzati, con un solido posizionamento nei mercati della GDO, Fashion e Manufacturing. Con le sue numerose specializzazioni e certificazioni, è uno dei principali partner Oracle a livello nazionale.

Bridge ha conseguito, nel corso degli anni, anche partnership e certificazioni con  AWS, Salesforce (Mulesoft), SoftwareAG (webMethods), Qlik, SAP (Business Objects), IBM e Microsoft.

La partecipazione in  Bridge Consulting consentirà al Gruppo Kirey di accrescere il proprio team, espandere il portfolio di competenze certificate e riunire investimenti e risorse impegnati nella ricerca e sviluppo di nuove soluzioni negli ambiti tecnologici di maggior crescita, come il Cloud, i Big Data e il Machine Learning.

L’ingresso nel Gruppo Kirey, a sua volta, permetterà a Bridge di estendere la propria offerta sul territorio nazionale e in altri Paesi europei nei quali Kirey opera.

“Siamo molto felici dell’ingresso nel gruppo di una realtà come Bridge Consulting, dove spiccano forti competenze tecnologiche, una profonda professionalità ed una grande attenzione e cura del cliente, nel supportarlo nell’evoluzione tecnologica, garantendone la continuità del business”, spiega Vittorio Lusvarghi, Presidente di Kirey Group. “Questo obiettivo ci accomuna profondamente e sarà la base delle nostre prime sinergie’.

Bridge Consulting propone soluzioni e servizi in ambito Hybrid Cloud e On-Premise, Big Data Analytics, consulenza e gestione di Database e Infrastrutture Middleware, realizzazione di Architetture SOA, di Applicazioni Web e Mobile, di progetti custom OLTP, di Datawarehouse e Business Intelligence.

Particolarmente forte in tutti gli ambiti è la partnership che lega Bridge Consulting al mondo Oracle: Bridge è infatti Partner Oracle dalla nascita su database, middleware e BI, ed è oggi anche Golden Cloud Partner. Le sue soluzioni sviluppate su piattaforma Oracle hanno ricevuto notevoli riconoscimenti , quale sperimentatore e innovatore sulla piattaforma. L’azienda è presente da sei anni alla Oracle Open World di San Francisco per raccontare i progetti realizzati in Italia.

“Il Gruppo Kirey vanta una forte presenza sul territorio, in particolare negli ambiti finanziario e assicurativo e nel settore pubblico, dove le soluzioni di Bridge Consulting hanno molto da offrire”, aggiunge Marco Bettini, Managing Partner di Bridge Consulting. “Inoltre, la volontà del Gruppo di crescere anche sui mercati esteri rappresenta per noi un ulteriore stimolo. Le sinergie tra la nostra offerta e quella del Gruppo Kirey sono molte, in ambito Business Intelligence, in primis, dove i nostri team sono specializzati su tecnologie complementari ma anche nel mondo dei Big Data e nelle soluzioni mobile”.

In ambito Big Data, Bridge Consulting ha recentemente condotto e coordinato un importante progetto di ricerca e sviluppo denominato BEAM, co-finanziato dalla Regione Toscana e in collaborazione con l’Università di Pisa, creando un sistema di Big Data Analytics che sfrutta le tecnologie di Machine Learning, Predizione e analisi statistica, orientato in particolare all’impiego nel settore della grande distribuzione.

“L’arrivo di Bridge Consulting si inserisce nel percorso di rapida crescita del Gruppo Kirey, che in modo costante nel corso dei suoi primi due anni di vita ha siglato importanti partnership in Italia e all’estero, aumentando in modo esponenziale la sua presenza territoriale e le competenze al proprio interno”, conclude Vittorio Lusvarghi. “Le operazioni che stiamo annunciando negli ultimi mesi di quest’anno aiuteranno il Gruppo a sostenere questo processo di crescita anche in futuro e cogliere le nuove opportunità che il mercato saprà riservarci nel 2019”.

 

L’operazione si è conclusa con successo lo scorso 22 Novembre, grazie al supporto del fondo di private equity Synergo SGR e di PwC Deals in qualità di Financial Debt Advisor.